Obiettivo riordinare casa anche con poco tempo

Il tempo è sempre poco e spesso non permette di riordinare casa. Vediamo come si può intervenire.

Riordinare casa è possibile, anche con poco tempoNoi e la casa

Dobbiamo fare subito outing: le nostre capacità di riordinare casa possono essere migliorate. Cosa intendo?
– oggetti in giro (e qua i bambini non aiutano)
– rotoli di polvere che svolazzano per i corridoi tipo villaggio del far-west (e qua gli animali non aiutano)
– mobili in stile “non aprite quella porta
– angoli seminascosti con macchie o fili di ragnatela

Per molti di noi la colpa sembra essere il poco tempo che il lavoro ci lascia a disposizione.
Ho analizzato la situazione ed ho dovuto ammettere l’amara verità: anche avendo tempo spesso troviamo qualcos’altro di meglio da fare che metterci a riordinare e pulire, salvo poi ritrovarci a fare le periodiche e massacranti pulizie generali.
Il bello è che, quando ci mettiamo di buona lena, scatta anche la pignoleria!

Per chiarire la situazione

Facendo un’accurata ricerca e delle prove sperimentali è subito evidente che: la questione sta tutta nel metodo.
Solitamente il problema principale è la mancanza di abitudine alla pulizia regolare quotidiana. Su Bene Quotidiano ho già spiegato come cambiare le abitudini.

Da questo derivano due conseguenze:
1) appena riordinato, basta poco tempo (variabile a seconda del periodo, degli impegni e dell’eventuale contributo familiare) e ci si ritrova di nuovo con angoli caotici della casa.
2) quella volta che ci mettiamo a riordinare casa è una fatica immane e servirebbe un esercito di collaboratori, cosa che farebbe passare la voglia anche a Marie Kondo.

Come procedere

Cosa fare allora? Fare un passo alla volta.
L’allenatore di Björn Borg, il grande e iper-meticoloso tennista svedese, diceva più o meno “pensa un punto alla volta“. Questo insegnamento è la chiave: il tuttosubito provoca grandi frustrazioni e, di conseguenza, abbandoni.
Quindi scegliamo una stanza, un armadio, una tipologia di oggetti o quello che si preferisce e da lì si parte, perché la montagna si scala un passo dopo l’altro.

Consigli per il mantenimento

Per mantenere l’ordine sono necessari piccoli interventi quotidiani, come dicevo sopra. Ormai siamo tutti impegnatissimi e difficilmente avremo una giornata da dedicare alle pulizie, a meno che non sia il weekend (orrore!).

Ecco quindi brevi suggerimenti da applicare:
– Utilizzare i ritagli di tempo per piccole operazioni di pulizia
– Meglio avere un piano settimanale, per non lasciare nulla indietro e non dover pensare!
– Nel tempo di attesa di una attività se ne può fare un’altra
– Programmare il programmabile (come l’avvio della lavatrice) in base all’orario che più ci conviene
– Rendere gradevoli le attività, ad esempio con un sottofondo musicale o guardando il nostro programma preferito alla tv (tipico per lo stiro)
– Ridurre al minimo essenziale ciò che bisogna fare: se non c’è molto tempo per stirare, stiriamo solo l’indispensabile
– Ottimizziamo gli spostamenti: qualcuno deve uscire? lasciamo sulla porta la spazzatura da portare giù
– Cercare di liberare spazio e non avere troppi oggetti, per fare prima
– Avere pochi prodotti ma in buone condizioni, soprattutto spugne e simili

Se avete altri suggerimenti scrivetemi!

Leave a Reply